Alessandro Porcu

Galleria di Alessandro Porcu (Tortona – AL)

Un interessante volante con pedaliera, un po’ spartano ma comunque molto ben fatto, costruito da Alessandro “Capitano Nemo” Porcu.

La parola all’autore:

L’idea di costruirmi un set di controlli per giocare (a GP2, ovviamente) mi è venuta quando, per caso, ho visitato il sito di Zelig. Dopo averlo letto tutto mi sono messo a costruire detti controlli che non mi sono venuti belli e curati come i suoi (anche perché per motivi di tempo non ho potuto completare il mio lavoro) però sono perfettamente funzionanti e precisi, grazie anche agli stessi suggerimenti carpiti dal sito di Zelig. A parte i particolari in legno che mi sono autocostruito rovinandomi due dita con il seghetto (potenza della distrazione e della fretta), il resto dei pezzi provengono da una vecchia fotocopiatrice recuperata nella ditta dove lavoravo. I pulsanti montati dietro al volante (che dovrebbero essere il cambio) sono due finecorsa che ho recuperato da una vecchia macchina a controllo numerico fuori uso. Per ciò che non sono riuscito a recuperare ho sfruttato un po’ di inventiva, come, ad esempio, per il modo di rendere solidale l’alberino del potenziometro con l’albero del volante: un bullone da 6 mm e un mezzo tassello da 6 mm fissati con del filo di ferro; penso che peggio di così non si possa fare, ma, come dice Zelig, l’imperativo è arrangiarsi! A differenza di altri volanti autocostruiti, ho cercato di realizzare un volante completamente scomponibile, in modo da poter agevolmente riparare o sostituire (dopo averlo autocostruito, eh eh) il particolare che si rompe. Soltanto il piantone del volante, infatti, l’ho incastrato a forza (con una martellata) nei cuscinetti a sfere, perché non potesse muoversi ma soltanto ruotare. Sul piantone ho realizzato il limitatore di rotazione (con una vite passante e due viti da legno sulla base) e il ritorno automatico (con un elastico da pacchi, tipo quello utilizzato per legare i bagagli sul portapacchi dell’auto). Per non dover dissaldare i fili dei pulsanti, ho inserito un connettore volante tra i pulsanti e il cavo che va al connettore del PC. La pedaliera l’ho realizzata completamente in alluminio. A differenza di altre pedaliere ho optato per potenziometri slider anziché per quelli rotativi, che mi hanno creato meno problemi per il montaggio e per la calibrazione. Per collegare la pedaliera al volante o al joystick (per quelle volte che gioco a F22 Lightning II; mi piacciono molto anche i simulatori di volo, e sto studiando un manetta completa di pulsanti, che pubblicherò quando (se) riuscirò a terminarla) ho previsto un connettore passante che collega la pedaliera sull’asse Y del joystick 2. Il resto dei segnali vengono portati al joystick o al volante. Anche la pedaliera necessita di qualche rifinitura che cercherò di realizzare non appena il tempo me lo consentirà.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:smile: :grin: :mrgreen: :wink: :neutral: :sad: :cry: :eek: :confused: :cool: :lol: :razz: :oops: :mad: :evil: :twisted: :roll: :surprised: :!: :?: :idea: :arrow: :clap: :dance: :doh: :drool: :eh: :hand: :liar: :naughty: :pray: :shhh: :shifty: :sick: :silenced: :snooty: :think: :wall: :whistle: :love: :censored: :crazy: :food: :thumbup: :ciao: :cheers: :winky: :kiss: :rotfl: :ninja:

QR Code Business Card