Ugo Raia

Galleria di Ugo Raia (Grammichele – CT)

Un volante da Formula 1 realizzato veramente molto bene, anche a livello di finitura estetica. Molto interessante anche la pedaliera, costruita in modo particolarmente originale.

La parola all’autore:

Sono uno studente di Ing. Elettronica della provincia di Catania; ho 28 anni (ahimè..) e sono appassionato tra le altre cose di formula 1.

Tutto ebbe inizio quando, dopo aver scoperto quel fantastico gioco che è GP2, un giorno vidi in TV nel programma “GRAND PRIX” di A. De Adamich, Jarno Trulli mostrare le caratteristiche del circuito di Germania tramite appunto GP2, con una periferica sicuramente autocostruita formata, oltre che da volante con cambio a bilancere e pedaliera, da una struttura che riuniva il sedile e il monitor.

Allora pensai subito di costruirmene una anche io e provai a smontare il mio primo joystick.

La mia periferica è ispirata alle formula 1 attuali (volante squadrato e tagliato), pertanto non è fornito di cambio laterale a pomello né del pedale della frizione. Lo schema elettrico è quello classico di un joystick a 2 assi – 4 pulsanti; quando ne ho intrapreso la costruzione non avevo ancora una conoscenza sufficientemente ampia dei limiti della porta joystick in termini di max. numero di pulsanti utilizzabili, della possibilità di rendere indipendenti l’acceleratore e il freno, etc…

Per non dilungarmi troppo diciamo che le caratteristiche interessanti del mio lavoro sono:

Struttura particolarmente semplice, grazie all’uso di alluminio in varie forme (profilati di alluminio usati per infissi, dal costo irrisorio e dalla reperibilità garantita)
Copertura dell’unità in materiale plastico (ricavato da una tanica per acqua distillata) e rivestimento con carta adesiva colorata (chiara ispirazione alla “ROSSA”)
Volante semplicissimo, dalla forma a doppia C, rivestito con spugna antisudore (usata nei manubri di bici e moto)
Forse l’elemento più originale: pedaliera dalla struttura ad L con pedali che “scendono” dall’alto (come nelle vere auto) dalla struttura semplicissima e dall’aspetto veramente professionale.
Per il richiamo del volante e dei pedali ho usato delle molle; i pot. della pedaliera sono di 470Kohm lineari, con bassa escursione. Come aggiunta di “elettronica” al volante ho aggiunto 2 Led: il rosso di destra si illumina quando si sale di marcia, quello verde di sinistra quando si scala. Il cambio a bilancere in alluminio è molto efficace; la struttura realizzativa si può vedere dalle foto.

Oggi avrei tante idee per apportargli delle modifiche; tuttavia sono indeciso se intraprendere la costruzione di un nuovo oppure se acquistare un volante con force-feedback: solo GP3 mi darà consiglio…

  • Email non disponibile (l’indirizzo fornitomi all’epoca non risulta più attivo).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:smile: :grin: :mrgreen: :wink: :neutral: :sad: :cry: :eek: :confused: :cool: :lol: :razz: :oops: :mad: :evil: :twisted: :roll: :surprised: :!: :?: :idea: :arrow: :clap: :dance: :doh: :drool: :eh: :hand: :liar: :naughty: :pray: :shhh: :shifty: :sick: :silenced: :snooty: :think: :wall: :whistle: :love: :censored: :crazy: :food: :thumbup: :ciao: :cheers: :winky: :kiss: :rotfl: :ninja:

QR Code Business Card